Come Avere Addominali e Gambe al Meglio

Quante donne desiderano ardentemente avere gambe perfette..? Per gli uomini, invece, il sogno è quello di possedere addominali da urlo, magari con la mitica “tartaruga”. Sappiamo che per il sesso femminile le gambe sono spesso un problema, a causa dell’accumulo di grassi sulle cosce e sui glutei.

Come rimediare? Azitutto bisogna avere un’alimentazione equilibrata, eliminando i cibi grassi e privilegiando le proteine rispetto ai carboidrati.

C’è poi la questione della ritenzione idrica, che si fa notare proprio sulle cosce: bisogna quindi bere molta acqua, limitare il sale e privilegiare frutta e verdura. Ma tutto questo deve essere accompagnato da una giusta attività fisica, dedicando almeno un paio di giorni alla settimana alla pratica di uno sport, che sia acquagym, bicicletta o danza. In palestra, poi, si potrebbero seguire corsi di gag e step, che forniscono un contributo per tonificare gli arti inferiori. C’è poi lo squat, uno degli esercizi più indicati ed efficaci per allenare gambe e glutei. Ci sono inoltre anche altri esercizi mirati per aspirare alla perfezione delle proprie gambe, come ad esempio gli affondi in allungamento (si tocca terra con il ginocchio con l’ausilio di pesi), ma anche lo step, che consiste nel salire e scendere ripetutamente e ritmicamente da un rialzo, che può essere anche un semplice gradino, o in alternativa lo stepper, che è un semplice attrezzo da utilizzare in casa.

Passiamo invece alla vita sottile e agli addominali tonici: come fare? Ai classici esercizi bisogna abbinare allenamenti specifici dei piccoli muscoli (tronco, addominali profondi, erettori della colonna vertebrale), abbinando come sempre un’alimentazione corretta. Per bruciare i grassi, ottimo è il ricorso all’attività aerobica: una bella corsa o il power walking, da fare almeno 1 o 2 volte la settimana, rispettivamente per 20-25 o 45-90 minuti. Dopo avere ottenuto il ventre piatto per ottenere addominali mozzafiato, la ricetta migliore è quella di una bella dieta a base di proteine, con fortissima limitazione di grassi. Senza dimenticare il lavoro fisico, che deve coinvolgere tutti i gruppi muscolari dell’addome. Qualche suggerimento: il sollevamento delle gambe a “V” o la flessione laterale del busto, tenendo sempre presente due regole fondamentali: postura giusta e respirazione corretta, per stimolare bene i muscoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *