Come Fare Treccia a Spina

Con l’arrivo delle stagioni più calde si sente il bisogno di raccogliere i capelli e, perché no, di creare un’acconciatura originale che non necessiti di una parrucchiera. La treccia è da sempre un modo pratico e “stiloso” di acconciare i capelli ed i mesi primaverili/estivi, poi, divengono il periodo ideale per unire tutte le principali caratteristiche della treccia: comodità, stile, simpatia, semplicità di realizzazione. Tra le trecce più “amate” troviamo sicuramente quelle a spina, portabilissime sia per il giorno che per la sera. La treccia a “spina di pesce” garantisce infatti una tenuta migliore rispetto alle trecce classiche, perché la lavorazione tiene stretti tutti i capelli, a prova di “ribellione”. I capelli pari sono il terreno di lavoro perfetto per realizzare questa treccia: sarà infatti sufficiente dividerli in ciocche da intrecciare per ottenere un risultato perfetto. Con i capelli scalati è richiesto invece un maggior lavoro: per evitare di trovarsi con ciocche svolazzanti è importante quindi preparare bene i capelli, dividendoli in ciocche da rendere uniformi e arrotolandole poi su loro stesse. Vediamo allora come realizzare una treccia a spina!

Cominciamo pettinando con cura i capelli: ovviamente è richiesta una lunghezza minima che garantisca l’intreccio, quindi i vostri capelli dovranno arrivare almeno alle spalle per ottenere un buon risultato. Create una coda e portatela da un lato della testa, quindi con una molla legate il punto dove inizia la coda, in modo da avere capelli ben tirati e ben legati. Ora portate la coda sulla spalla, lateralmente, in modo da poterci lavorare con più facilità. Una volta che avrete più dimestichezza con questo tipo di treccia riuscirete ad eseguirla anche con la coda di cavallo fatta dietro la testa.

Una volta realizzata, la coda va divisa in due “maxi ciocche” di pari dimensioni. Partendo dall’esterno, prelevate una piccola ciocca da una delle due porzioni, ad esempio quella di destra, e unitela alla porzione “grande” di sinistra. Una volta unita la ciocca non servirà più, pertanto potete unirla liberamente alla porzione di coda. Ora prelevate dalla “coda sinistra” un’altra piccola ciocca ed unitela alla porzione di destra. Procedete così fino alla fine: può sembrare complicato, ma una volta compreso il meccanismo si rivelerà davvero semplice! Preferite un altro modo? Bene, disponete la ciocca piccola che avete appena staccato sull’altra parte di capelli divisi, ma sappiate che in questo caso la treccia sarà meno resistente e più soggetta allo scioglimento. Il nostro consiglio è quindi quello di impegnarsi ad affinare il primo procedimento indicato!

Per ottenere una coda regolare e composta, assicuratevi sempre che le ciocche e la coda siano tese e intrecciate mantenendole tirate. Dovrete eseguire più volte delle prove perché non è semplice riuscire immediatamente a creare questo tipo di treccia ma, una volta appreso il metodo, il risultato sarà eccezionale e vedrete che non riuscirete più a fare a meno di questa elegante e semplice acconciatura, adatta alle occasioni più quotidiane ed a quelle più eleganti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *